STAI LEGGENDO

É in arrivo il sensore per misurare il glucosio du...

É in arrivo il sensore per misurare il glucosio durante l’attività sportiva

É in arrivo il sensore per misurare il glucosio durante l’attività sportiva

L’azienda farmaceutica statunitense Abbot ha ideato Libre Sense, un sensore per misurare la quantità di glucosio presente nel sangue mentre si svolge attività sportiva. Il biosensore viene controllato da smartphone e permette di evitare la tipica sensazione di spossatezza, data proprio da bassi livelli di zucchero nel sangue. Il dispositivo Libre Sense non è pensato per l’utilizzo diagnostico nei malati di diabete ma per monitorare gli zuccheri durante l’attività fisica.

Come funziona

Il sensore ha una dimensione pari a circa quella di una moneta da due euro, uno spessore di 5 mm e un diametro di 35 mm. É provvisto di un piccolo ago da 5mm di lunghezza e 0,4mm di spessore che consente la rilevazione sotto pelle dei livelli di glucosio. Il filamento è così sottile da risultare indolore al momento dell’applicazione.

 

La misurazione dei livelli di glucosio avviene automaticamente attraverso un flusso di dati in streaming minuto per minuto dopo essere stato applicato sul retro del braccio. I dati sono riportati su una applicazione compatibile per smartphone via Bluetooth. Il sensore fornisce poi la misurazione continua dei livelli di glucosio fino a 14 giorni.

 

Libre Sense è resistente all’acqua fino a 1 metro di profondità e fino a 30 minuti. É quindi utilizzabile per brevi sessioni di nuoto e può essere indossato sotto la doccia.

 

Questo strumento risulta quindi molto utile a tutti gli appassionati di sport ed in particolar modo a chi soffre di diabete.

Per ulteriori informazioni sulla misurazione del glucosio nel sangue e Libre Sense clicca qui.

Crediti immagine: www.libresense.abbott/it-it/home.html

Leggi anche:
Tatuaggi e piercing. Cosa deve sapere il donatore di sangue e quali sono le normative e i periodi di sospensione per chi decide di forarsi la pelle? Scopri di più, clicca qui.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ARTICOLI CORRELATI

INSTAGRAM
Segui il nostro profilo